TevaGyn News

Ultimi aggiornamenti sulla vaccinazione anti-HPV

Nuove raccomandazioni sulla vaccinazione anti-HPV, come importante presidio di prevenzione del carcinoma del collo dell’utero. La vaccinazione contro il Papillomavirus umano (HPV) è efficace nel prevenire il carcinoma del collo dell’utero (...)

Differenze etniche nell’obesità materna pre-gravidica e gestazionale

Sono state esaminate le differenze etniche dell’ obesità materna, valutando l’influenza di aspetti socio-demografici, stile di vita e tipo di gravidanza. Un recente studio prospettico di coorte, basato su una popolazione multietnica di 6.444 donne incinte a Rotterdam, nei Paesi Bassi, ha misurato regolarmente durante la gravidanza le caratteristiche antropometriche materne.

Parto-analgesia: in Italia non è ancora per tutti

Durante l’11° Congresso nazionale della Società Italiana di Anestesia Rianimazione Emergenza e Dolore (SIARED), tenutosi a Riva del Garda dall’11 al 13 maggio 2015, è stato rilevato come la diffusione della parto-analgesia, ossia la tecnica che allevia il dolore del parto, sia limitata in Italia. Attualmente solo alcune Regioni hanno disposto finanziamenti specifici e la percentuale nazionale dei parti in analgesia è di circa il 10%.

La contraccezione a regime esteso, sempre più incontro alle esigenze delle donne attive

La contraccezione a regime esteso era in realtà già possibile, in particolari circostanze e su consiglio medico, con le normali pillole monofasiche (a schema terapeutico classico, caratterizzato da 21 giorni di assunzione e 7 di pausa), semplicemente non rispettando la settimana di sospensione, ma assumendo continuativamente due o tre blister. Anche con le nuove pillole a basso dosaggio di ultima generazione, che prevedono uno schema terapeutico 24/4 (24 pillole attive e 4 pillole di placebo), è possibile, ove il medico le ritenga necessario, raggiungere lo stesso obiettivo eliminando le quattro pillole placebo e proseguendo con l’assunzione del blister successivo.

Tono dell’umore in peri e post-menopausa: l’HRT può migliorare la risposta clinica agli SSRI

Le donne soffrono di depressione molto più degli uomini; il 70 % degli antidepressivi vengono prescritti alle donne. La comparsa di depressione, soprattutto in alcuni periodi di transizione caratterizzati da fluttuazioni ormonali, come la pubertà, la fase premestruale, il puerperio, la menopausa, ha indotto alcuni esperti a coniare l’espressione “depressione riproduttiva” (Studd 2014).

Diabete gestazionale: le gravidanze gemellari sono più a rischio

Il diabete gestazionale (GDM) è una condizione di intolleranza glucidica di entità variabile, diagnosticata per la prima volta in gravidanza. Generalmente si risolve nel puerperio, ma costituisce un fattore di rischio di diabete conclamato sia per la madre sia per il nascituro.

Incontinenza urinaria: ruolo della menopausa

Introduzione  La prevalenza dell’incontinenza urinaria femminile aumenta con l’età, raggiungendo un picco negli anni della menopausa (Trutnovsky 2014). Tuttavia i dati di letteratura più recenti hanno evidenziato che la menopausa non esercita un effetto determinante e indipendente su segni e sintomi di incontinenza urinaria, sia da urgenza che da sforzo (Legendre 2013, Trutnovsky 2014).

TEVAGYN è una testata rivolta ai ginecologi di TEVA Italia Srl – Viale del Mulino 1 – Edificio U10 – Assago P.I. 11654150157 Powered by NT2 - Nuove Tecnologie